Cinquanta anni dopo. Un incontro con un amico Visualizza ingrandito

Cinquanta anni dopo. Un incontro con un amico

141 ISBN-9788888522708

Nuovo prodotto

Autore: Carlo Alberto Ferrari

Maggiori dettagli

9,62 €

Pagamento sicuro con
Pagamento sicuro con

Scheda tecnica

Altezza mm. 220
Larghezza mm. 160
Spessore mm. -
Pagine n. 190
Tipo rilegatura filo refe
Pubblicazione -

Dettagli

Un racconto lungo oltre un centinaio di pagine - arricchito da un bel corredo fotografico, da alcuni articoli di giornale e dai disegni realizzati da Giulio Poggianti - per descrivere all’amico lontano (quale quello della canzone di Lucio Dalla) le trasformazioni, i cambiamenti o i problemi irrisolti di Torre del Lago, luogo di origine comune.

“Cinquant’anni dopo” – sottotitolo “un incontro con un amico” - è il libro scritto da Carlo Alberto Ferrari, ex sindaco di Viareggio (ha guidato l’amministrazione comunale dal 1980 al 1985), pubblicato da Pezzini Editore e distribuito in questi giorni nelle migliori librerie cittadine in vista anche della presentazione ufficiale in programma sabato 10 ottobre alle ore 15,00 nei locali dello Chalet Emilio sulle sponde del lago, incontro condotto da Ilaria Lonigro.

Un’occasione,quella del ritorno nel luogo natìo dell’amico Giuseppe, per sfogliare l’album di famiglia e quello cittadino e rivisitare un modus vivendi totalmente rivoluzionato nell’arco di dieci lustri. Partito per l’Australia nel 1959 (appunto cinquant’anni fa) all’età di 25 anni Giuseppe “torrelaghese purosangue – così lo descrive Ferrari – è sempre stato legato al suo paese e ne haun ricordo vivo, che non corrisponde più, però, alla realtà odierna”. Sulla scia dei ricordi si susseguono le memorie legate alla guerra, alla vita semplice fatta di piccole cose, di giochi banali ma divertenti (la lippa, la campana, il prillo), di serate trascorse fuori dall’uscio a prendere il fresco e a parlare, fattadi lavori inventati per far fronte ai bisogni giornalieri. Quindi il dopoguerra, la ripresa economica, le prime attività, i campeggi, i dancing, i primi passi mossi dal turismo con le prime discriminazioni sul fronte delle scelte politiche, come l’abbandono del piano di sviluppo di Torre del Lago per l’operazione Città Giardino a Viareggio. Ricordi ma anche riflessioni e anche qualche recriminazione: “Credo – afferma nella prefazione Ferrari, uomo di grande impegno civile – che sia utile far conoscere la storia della propria famiglia, illustrare ai giovani le usanze, le abitudini dei tempi passati… è fondamentale per far capire il cambiamento e per far loro conoscere le proprie radici”.