In due nel mirino Visualizza ingrandito

In due nel mirino

239 ISBN-9788896915745

Nuovo prodotto

Autore: Sergio Vannucchi

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

14,42 €

Pagamento sicuro con
Pagamento sicuro con

Scheda tecnica

Altezza mm. 240
Larghezza mm. 170
Spessore mm. -
Pagine n. 320
Tipo rilegatura -
Pubblicazione -

Dettagli

Mossi due passi in avanti. Lui avanzò di uno, i piccoli occhi metallici che lampeggiavano un odio siderale. Anticipai la sua mossa di un decimo di secondo centrandolo al plesso solare con una terri-pedata. Sugar Boy, piegato in due come un libro chiuso emise una specie di suono rauco e inar-ticolato. Ma non cadde. Si raddrizzò ansimando e, una mano in tasca, la ritrasse col sinistro balenìo di un coltello a serramanico. La ragazzina accovacciata nell’angolo lanciò un grido di terrore. Non la guardai. Avevo altro a cui badare. Strappata via una tovaglia da un tavolino la feci mulinare a tutta forza e, rapida come un colpo di frusta la calai sul brutto grugno nero di Su-gar Boy. Il bastardo chiuse gli occhi e chinò il capo. Solo quello aspettavo. Lo beccai disintegrandogli il naso col migliore dei miei uppercut, e una nuvola di sangue si allargò sulla sua faccia. Il coltello gli cadde di mano e Sugar Boy piegate le ginocchia si knock-out sul pavimento. Ce ne sarebbe voluto prima che fosse in grado di connettere.Ma ancora non avevo . Avevo una seconda cosa da fare e la feci, con immenso piacere. Sorri-dendo cattivo guardai Bombolo Bunny, che sembra-va non sapere più a che santo rivolgersi. - Sai cosa? - dissi, sogghignando divertito, - mi ricordi il gatto che ha appena mangiato il topo vivo. - Senza concedergli tempo per e mi mossi ful-mineo e il peso delle centonovanta libbre racchiuse nel mio destro gli scardinarono letteralmente (è la parola giusta) naso e mandibola. Il pachidermico trippone, il volto ridotto ad un qualcosa di mol-to rassomigliante ad una maschera sanguinolenta, volò all’indietro e si sul pavimento come un . Neanche si accorse di piombare a fra le braccia di Morfeo.