Storie di Viareggio e della Versilia Visualizza ingrandito

Storie di Viareggio e della Versilia

098 ISBN-9788888522203

Nuovo prodotto

Autore: Giovanni Pieraccini

Maggiori dettagli

9,62 €

Pagamento sicuro con
Pagamento sicuro con

Scheda tecnica

Altezza mm. 240
Larghezza mm. 170
Spessore mm. -
Pagine n. 128
Tipo rilegatura -
Pubblicazione -

Dettagli

E’ una raccolta di tutti gli scritti che il senatore, dal 1946 ad oggi, ha dedicato alla città e al territorio in cui è nato e vissuto fino a quando gli impegni giornalistici prima e quelli politici successivamente, lo hanno costretto a trasferirsi e a vivere a Firenze e a Roma.
Impegni a tutto campo (come direttore di giornali prima, come parlamentare e ministro poi) che non lo hanno mai distolto e non hanno mai cancellato in lui l’affetto e il legame profondo con la sua Viareggio: sentimenti peraltro sempre accompagnati anche da interventi fattivi quali la costituzione nel 1999 dell’associazine culturale Versilia Unita (di cui è presidente) fino alla donazione (ormai prossima) della sua collezione d’arte alla Pinacoteca comunale.
Un’attenzione a 360 gradi che privilegia, come ovvio, la cultura, ma che non perde di vista l’urbanistica e l’economia, l’ambiente, il lavoro. Grandi temi raccontati con il cuore chiamando in causa i ricordi, episodi di vita vissuta , persone a lui care.
Ad aprire il libro i quattro interventi pubblicati sui quattro volumi della collana “Itinerari della memoria” (progetto promosso proprio dall’associazione Versilia Unita): scritti che spaziano dalle pinete al teatro, dall’edificazione cittadina al mare. Per poi dar spazio ai ricordi, alla cronaca e alla storia fino a chiudere con un’anticipazione di quello che sarà il catalogo della sua collezione d’opere d’arte. Il tutto, come tiene a sottolineare Antonella Serafini che ha curato l’introduzione al libro, con un intento preciso ovvero “la volontà di fare della memoria azione, del passato uno strumento per orientare il futuro, di attingere dalla storia e dalle sue esperienze tutto quanto è prezioso per capire e comprendere la vita degli uomini”. “Poiché – e queste sono parole del senatore stesso – la storia degli uomini, la fanno gli uomini”.